×
×

Cosa è una dipendenza?

Spesso si sente parlare di dipendenza dal gioco, dalle droghe, dall'alcol. Ma che cosa è, di fatto, la dipendenza? Questa è data dalla condizione in cui una persona che assume una sostanza o svolge un'attività che gli provoca piacere ma la cui continuità diventa compulsiva, finendo per interferire con aspetti della vita quotidiana attinenti al lavoro e alle relazioni con gli altri, oltre che ad interferire sulla salute mentale e fisica. L'aspetto più inquietante e pericoloso di una dipendenza è che il soggetto affetto potrebbe non esserne conscio, causando così problemi per se stesso e gli altri.

Il termine “dipendenza” quindi può essere utilizzato per più situazioni. Ad esempio, vi può essere la dipendenza da droghe, che vanno a distorcere lo stato biologico del fisico dell'individuo che le assume, il quale raggiunge degli stati di tolleranza alla sostanza tali da dover aumentare le dosi per sortire lo stesso effetto iniziale. Allo stesso modo funziona la dipendenza dall'alcol, la cui sempre maggiore tolleranza porta l'individuo a consumare quantità sempre maggiori e più forti di alcol. La dipendenza dal gioco d'azzardo, tra le più note, porta l'individuo a giocare senza più alcun motivo particolare o alla ricerca continua del recupero dei crediti. Vi sono tuttavia altre forme meno conosciute di dipendenza, come ad esempio quella degli acquisti.

Giochi da casinò tradizionali

Esistono tre tipi di giocatori di casinò: quelli che giocano solo ai casinò tradizionali, quelli che giocano solo ai casinò online, e quelli che giocano ad entrambi. Per chi gioca solo ai casinò dal vivo, giocare responsabilmente è più facile. Basta un po' di disciplina e seguire una semplice regola: ogni volta che vai al casinò, porta con te solo contanti per cibo e benzina, più una somma prestabilita per giocare, e lascia tutte le tue carte di credito o prepagate a casa. Quando perdi magari ti arrabbierai con te stesso per non avere altro denaro a disposizione, ma questa rabbia durerà solo 20 o 30 minuti. Nel momento in cui ti troverai in macchina per tornare a casa, sarai fiero di te stesso per aver preso una decisione così saggia. Se invece giochi online, stai attento soprattutto a quei giochi che danno un forte vantaggio alla casa. Meglio giocare a quei giochi in cui si può rischiare poco, giocare a lungo e vincere comunque delle belle somme. Se giochi sia online che dal vivo, ovviamente, combina le due strategie che abbiamo descritto.

Dipendenza dal gioco

La dipendenza dal gioco è anche conosciuta come gioco d'azzardo patologico o ludopatia. Sebbene si possa teoricamente definire ludopatia come dipendenza dal gioco in generale, vi si fa riferimento soprattutto per indicare il disturbo comportamentale di chi è solito giocare d'azzardo faticando a controllare i propri impulsi. Ed è proprio di questo che si tratta: di non saper o soprattutto poter controllare i propri impulsi di gioco.

Questi possono avere una iniziale spinta dovuta a qualche motivazione, come ad esempio quella di dover recuperare una somma di gioco persa dopo aver tentato inizialmente la sorte. Il fatto di non aver vinto e di non aver soddisfatto le attese porta la maggior parte delle volte a voler riprovare. Se continuando a riprovare si perde ancora, può scatenarsi un meccanismo mentale difficile da gestire.

Sebbene possa apparire alquanto strano, anche chi recupera le perdite è soggetto al pericolo della dipendenza, poiché vi può essere la rottura del filo logico iniziale, costituita dal “gioco perché voglio provare la sorte e vincere”. Infatti, un giocatore può continuare a farlo senza aver ben chiaro un motivo o un obbiettivo. Ad esempio, recuperare il denaro perso porta a voler ottenere qualcos'altro, ovvero a vincere. Nel caso non si vinca, ecco ripetersi nuovamente tutto il meccanismo.
L'aspetto ludico in sé, ovvero il gioco a ciò che potrebbe essere ad esempio una slot machine o una roulette, è anch'esso creato in modo tale da portare il giocatore a giocare velocemente ed effettuare numerose puntate in breve tempo, tra suoni e colori molto attraenti all'occhio, ma pericolosamente ipnotici per la mente.