×
×

prevenzione "in strada" con unità mobili

Il Dipartimento, nell’ambito dei progetti di prevenzione primaria e secondaria, ha avviato delle attività di strada con l’ausilio di 2 Unità Mobili, utilizzate sul territorio dell’Ulss 20. L’attività si svolge in tre distinti ambiti, seguendo tre diversi progetti anche in collaborazione con altri soggetti del territorio veronese.

.
PROGETTO “LIFE LINE BUS” PER I GIOVANI
L’ambito di questo progetto è la prevenzione e sensibilizzazione sui rischi derivanti dall’uso di sostanze psicoattive presso i giovani. Un bus inglese a due piani, arredato come un bar moderno e alla moda, viene posizionato in luoghi frequentati dai ragazzi in occasione di eventi di forte attrattiva quali concerti o fiere paesane nei Comuni dell’Ulss 20, offrendo un modello di divertimento e socializzazione alternativo a quello dei locali tradizionali, senza la somministrazione di alcolici.
L’attività svolta, in collaborazione con l’associazione Il Corallo, svolge inoltre una fondamentale funzione di monitoraggio e analisi della diffusione del fenomeno dell’abuso di sostanze nella popolazione giovanile tramite la somministrazione di un questionario anonimo.
PROSSIME USCITE

17-18 SETTEMBRE 2011
Fiera Campionaria di Pressana

11-12 NOVEMBRE 2011
Antica Fiera di San Martino - Tregnago

24-25-26 NOVEMBRE 2011
JOB & ORIENTA - Fiera di Verona

PROGETTO “ARCA” PER LE PERSONE CON DIPENDENZE IN STRADA
Questo progetto si inserisce nell’ambito della prevenzione delle malattie infettive e overdose rivolta alle persone tossicodipendenti.Gli operatori di strada con l’ausilio dell’Unità Mobile (Camper) sono presenti due volte alla settimana nei luoghi di aggregazione dei tossicodipendenti attivi.
Il Progetto Arca, avviato sul territorio dell’Ulss 20 dal 1998, in collaborazione con l’associazione Il Corallo, ha per obiettivi:

l’agevolazione del contatto, l’invio, l’inserimento e la permanenza in trattamento nei Ser.T. e presso le Comunità Terapeutiche dei tossicodipendenti attivi in strada non ancora in carico ai servizi;
affiancare e accompagnare le persone tossicodipendenti ai Servizi di cura;
fornire un’educazione sanitaria e alla prevenzione delle patologie correlate alla tossicodipendenza e alcoldipendenza e all’overdose, tramite training comportamentali specifici.
Attraverso il Camper viene inoltre distribuito materiale informativo e preventivo; gli operatori inoltre sono presenti anche con una attività di sostegno e orientamento ai familiari delle persone affette da dipendenza.

.
PROGETTO SIRIO
Il progetto Sirio è dedicato alle persone che si prostituiscono nel territorio del Comune di Verona, puntando, attraverso l’utilizzo dell’Unità Mobile (Camper), alla prevenzione e riduzione dei comportamenti a rischio e all’aggancio ai servizi socio-sanitari.
Il nostro centro ha iniziato nel 2003 una collaborazione con il Comune per la tutela e promozione della persona contro l’abuso e lo sfruttamento sessuale, impegnandosi assieme alla Cooperativa Azalea ad agganciare le persone che si prostituiscono per:

prevenire e ridurre i comportamenti a rischio;
indirizzarle presso il Centro per eseguire test di screening delle malattie sessualmente trasmissibili;
indirizzarle al Consultorio Famigliare/Spazio Donna Straniera per problematiche legate alla salute sessuale e riproduttiva;
indirizzarli al servizio sociale del Comune di Verona per intraprendere percorsi di cambiamento per uscire dalla situazione di sfruttamento.